2017-02-20 16.52.09.jpg

7/5/2017 - VJO - Verdi Jazz Orchestra

“TRIBUTE TO MILES” - Acoustic and electric Miles -

Direzione e Arrangiamenti: M° PINO JODICE

Solista: M° ALBERTO MANDARINI / tromba, flicorno

Programma:

KIND OF BLUE (M. Davis – arr. Pino Jodice)
1. So what
2. Freddie Freeloader
3. Blue in green
4. All Blues
5. Flamenco Sketches
DIRECTIONS (J. Zawinul – arr. Pino Jodice)
TUTU (M. Davis – arr. Pino Jodice)
WHAT IT IS (M. Davis – arr. Pino Jodice)

È difficile non riconoscere a Miles Davis un ruolo di innovatore e genio musicale. Dotato di uno stile inconfondibile ed una incomparabile gamma espressiva, per quasi trent'anni Miles Davis è stato una figura chiave del jazz e della musica popolare del XX secolo in generale.

Dopo aver preso parte alla rivoluzione bebop, egli fu fondatore di numerosi stili jazz, fra cui il cool jazz, l'hard bop, il modal jazz ed il jazz elettrico o jazz-rock. Le sue registrazioni, assieme agli spettacoli dal vivo dei numerosi gruppi guidati da lui stesso, furono fondamentali per lo sviluppo artistico del jazz. Miles Davis fu e resta famoso sia come strumentista dalle onorità inconfondibilmente languide e melodiche, sia per il suo atteggiamento innovatore (peraltro mai esente da critiche), sia per la sua figura di personaggio pubblico.

Fu il suo un caso abbastanza raro in campo jazzistico: fu infatti uno dei pochi jazzmen in grado di realizzare anche commercialmente il proprio potenziale artistico e forse l'ultimo ad avere anche un profilo di star dell'industria musicale. Una conferma della sua poliedrica personalità artistica fu la sua (tardiva) ammissione, nel marzo 2006, alla Rock and Roll Hall of Fame; un ulteriore riconoscimento di un talento che influenzò tutti i generi di musica popolare della seconda metà del XX secolo. 

Per la prima volta al mondo viene rielaborata per big band l'intera opera “Kind of Blue” di Miles, considerato uno dei suoi lavori più caratterizzanti e con la svolta elettrica si conferma la voglia di cambiamento e innovazione che stava avvenendo nella creatività di questo grande artista diventato uno dei punti di riferimento di tutti i musicisti futuri. 

L'Orchestra Jazz del Conservatorio G. Verdi di Milano, formata dai migliori allievi del corso di jazz affiancati da alcuni tra i migliori professionisti del settore, avrà come solista di questo straordinario e unico programma il docente di tromba jazz del Conservatorio il M° Alberto Mandarini, attualmente uno dei migliori trombettisti del panorama jazzistico italiano. 

L’Orchestra ha al suo attivo molti concerti all’interno della stagione del Conservatorio e tra i prossimi appuntamenti di rilievo, oltre al Premio delle Arti Jazz del 17 giugno prossimo in cui nella sala Verdi del Conservatorio l’orchestra si esibirà con due ospiti d’eccezione come Dave Douglas e Tullio De Piscopo, si segnala il concerto del prossimo 20 dicembre nella prestigiosa sala grande del Teatro dal Verme con questo programma dedicato a Miles e ospite il grande trombettista Paolo Fresu

Gli arrangiamenti curati da Pino Jodice sono una rielaborazione per Orchestra Jazz di questi brani riarrangiati per la prima volta al mondo, nella sequenza originale e completa, e quindi rappresentano una esclusività rendendo degnamente omaggio ad un grande musicista che ha sempre guardato al futuro con uno sguardo particolare al mondo musicale che lo circondava.

Quindi si ascolterà non una mera esecuzione o trascrizione dall’originale ma una vera e propria rivisitazione senza rimuovere la genuinità delle composizioni.

PINO JODICE - Direzione e Arrangiamenti

Pianista, compositore, arrangiatore e direttore d'orchestra Jazz. Nasce a Napoli e si diploma in Pianoforte nel 1987 (scuola pianistica “V. Vitale”) al Conservatorio D.Cimarosa di Avellino e parallelamente studia Pianoforte Jazz a Siena sotto la guida del pianista Franco D'Andrea. Durante gli studi di Composizione mostra le sue attitudini al jazz e successivamente studia Composizione e Arrangiamento jazz diplomandosi con il massimo dei
voti. 

Svolge attività didattica insegnando, dal 2004 ad oggi, pianoforte jazz, Composizione Jazz, Arrangiamento e Orchestrazione Jazz, Improvvisazione Jazz presso i Conservatori di Musica S.Cecilia di Roma, G.Martucci di Salerno, C.G. Da Venosa di Potenza, D.Cimarosa di
Avellino, G.B.Martini di Bologna. Attualmente è Docente di Composizione Jazz presso il
Conservatorio di Musica G.Verdi di Milano. Fondatore e Direttore della “Power Jazz Unusual
Orchestra” e insieme a sua moglie Giuliana Soscia della OJP – ORCHESTRA JAZZ PARTHENOPEA di Pino Jodice e Giuliana Soscia, collabora anche come pianista,direttore, compositore e arrangiatore con molte orchestre internazionali e in particolare ha diretto e
arrangiato per l’Orchestra Jazz dell’Auditorium Parco della Musica di Roma la PMJO, la Scottish National Jazz Orchestra SNJO, con la Salerno Jazz Orchestra SJO, l’Orchestra Jazz della Sardegna OJS. 

Vince numerosissimi concorsi internazionali di Composizione e Arrangiamento per Orchestra Jazz, dirigendo solisti del calibro di T. HARRELL, E. RAVA, R. GALLIANO, J. REINDERS, P.TONOLO.

Svolge una intensa attività concertistica in Italia e all’estero collaborando come pianista e arrangiatore con i più grandi jazzisti internazionali, tra i quali:D. Douglas, P. Mc Candless, B. Marsalis, M. Stern, T. Smith, K. Weelher, Y. Lateef, D. Oatts, B.Holmann, R. Galliano, G. Garzone, F. Tiberi, U. Cane, G. Burton, J. Scofield, M. Portal, C. Pine, B. Brookmayer, D. Di Piazza, E. Rava, P. Fresu, M. Giammarco con il quale registra 3 Cd. 

E’ leader di un suo trio (PJTRIO) con il quale pubblica il CD “New Steps” ed è in lavorazione il nuovo Cd “Infinite Space”. E' co-leader insieme alla fisarmonicista, pianista e compositrice Giuliana Soscia del Giuliana Soscia & Pino Jodice Duet/Quartet/Quintet, con la quale incide 10 cd e sono in uscita il Cd con L’Orchestra Jazz Parthenopea di Pino Jodice e Giuliana Soscia “Megaride” con Paolo Fresu ospite e il Cd con il Giuliana Soscia & Pino Jodice 4TET “North Wind” con ospite il sassofonista scozzese Tommy Smith.

Recentemente ha suonato con l'Orchestra e Coro dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia ANSC e la PMJO sotto la direzione di Wayne Marshall all'Auditorium Parco della Musica di Roma in diretta RAI 5 e Radio 3 i “Sacred Concerts” di Duke Ellington e la Swing Symphony di Winton Marsalis, dove Musica Classica e Jazz si fondono perfettamente.

Ha pubblicato il suo libro(816 pagg.) di Composizione, Arrangiamento e Orchestrazione Jazz Vol.I (Triennio – Biennio Conservatori) per la Morlacchi Editore di Perugia ed è in programma l’uscita del Vol. II dedicato all’orchestra ritmico-sinfonica nel jazz.

ALBERTO MANDARINI – Tromba, Flicorno

Musicista attivo su diversi fronti, ha collaborato con G. Gaslini, G. Schuller G. Trovesi, M. P. De vito, G. Schiaffini, D. Betti, E. Dean, T. Berne, T. Scott, M. Schneider, C. Mariano, C. Taylor, X. Girotto e A. Braxton.

Ha fondato il Phoebus Ensemble e collaborato alla realizzazione di Trumpet Buzz duo, Brasserie Trio, Rara Jazz Quartet, 4tune Quartet ed Enten Eller. Ha tenuto Seminari a Siviglia, Lecco, Città Del Messico, Pretoria, Courmayeur, Cogne, Rovereto, Merano Chatillon, Laurino e Cannes.

Membro dell’Italian Instabile Orchestra, dal 1995 al 2004 ha fatto parte dell’orchestra di Paolo Conte. Ha composto le musiche per il cortometraggio Nanà (miglior film al festival Cinecittà Holding 2005) e realizzato diversi spettacoli come RotaAzione, Love Song, E(x)tinzione, Astratte Mutazioni e, Io nel pensier mi fingo, Il Rock e Boom! (su testi di Massimo Cotto).

Attualmente docente di Tromba Jazz presso il Conservatorio G. Verdi di Milano, ha precedentemente insegnato Tromba Jazz presso i Conservatori di Parma, Como, Trieste e Brescia e Composizione e Arrangiamento Jazz a Como e Trieste.

Si è esibito nelle più importanti città Europee, Americane e Asiatiche ed ha registrato circa 80 album (LP e CD). 

VJO – VERDI JAZZ ORCHESTRA - Formazione

Conductor, arranger : Pino Jodice
Trumpet soloist : Alberto Mandarini
Woodwinds:
Flute / Edoardo Casu
1st alto sax / Giovanni Di Giacomo
2nd alto sax / Davide Santini
1st tenor sax / Marco Fazio
2nd tenor sax / Davide Intini
Baritone sax / Salvatore Castellano
Brass:
1st trpt / Daniele Moretto
2nd trpt / Mauro Brunini
3rd trpt / Paolo De Ceglie
4th trpt / Pietro Martinoli
5th trpt / Mattew Richard Mee
1st trbn / Andrea Andreoli
2nd trbn / Andrea Baronchelli
3rd trbn / Davide Cozzi
Bass trbn / Davide Albrici
Rythm section:
Vibes / Andrea Mellace
Guitar / Alessandro Usai
Piano / Filippo Rinaldo
Double bass / Stefano Zambon
Electric Bass / Federico Morra
Drums / Alfonso Donadio

***

07-05-2017 - h. 20:45 - VJO Verdi Jazz Orchestra plays "Tribute to Miles - Acoustic and Electric Miles"

M.° Pino Jodice (Direzione e Arrangiamenti), Alberto Mandarini (Tromba solista e Flicorno) con l'Orchestra Jazz del Conservatorio G.Verdi di Milano

Auditorium Casa delle Arti - via De Gasperi 5 - Cernusco sul Naviglio (Mi)